Golfo di Baratti: uno scenario da mille e un evento

Il Parco Archeologico di Baratti e il borgo di Populonia questa estate saranno lo scenario di numerose attività riguardanti musica, teatro, escursioni e gusto.

Proprio quest’ultimo è il tema dell’appuntamento nell’ambito della rassegna culturale “Di Gusto” Venerdì 14 luglio alle 18 al Castello di Populonia al termine del quale verrà proposta una degustazione enogastronomica offerta dall’azienda vitivinicola podere San Michele e dalla Dispensa Desideri.

Un evento invece per gli amanti dello sport all’aria aperta è senz’altro l’ “Etruscan Workout”, il progetto multidisciplinare nato dalla collaborazione tra Parchi Val di Cornia e la compagnia di fitness Rivoluzione Outdoor, che al calare del sole permetterà ai visitatori del Parco Archeologico di Baratti di prendere parte ad uno speciale programma di allenamento, mai provato finora, che abbina l’attività fisica alla visita della necropoli etrusca. Un percorso che sicuramente non è paragonabile a quello all’interno di una palestra qualsiasi, ma tra i resti di una necropoli millenaria, accompagnati dal rumore del mare, in uno dei paesaggi naturali più suggestivi della Toscana, il golfo di Baratti.

La guida archeologica del parco, insieme alla guida fitness accompagneranno i partecipanti in un percorso di movimento costante, un viaggio fisico di 45 minuti esteso a tutta la necropoli di San Cerbone. La partenza è fissata per martedì 18 luglio, alle ore 19:30.

Preferite rilassarvi davanti ad uno spettacolo teatrale senza muovere nemmeno un muscolo? La Compagnia Teatrale Lotus vi farà immergere in un’atmosfera unica nella cornice del borgo di Populonia e del Golfo di Baratti grazie a spettacoli itineranti, storie, canzoni e proiezioni fotografiche.

A Populonia inoltre non perdete l’occasione di visitare in notturna il Monastero di San Quirico e di osservare le stelle grazie all’Associazione Astrofili di Piombino.

Inoltre, presso l’Acropoli del Parco Archeologico ogni sabato di Luglio visite animate sotto le stelle per godere della possibilità unica di lasciarsi guidare attraverso le rovine della città antica nel silenzio della notte illuminati solamente dagli astri del cielo.